Risparmio energetico per la tua casa con le nuove tecnologie

Per raggiungere l’obbiettivo di abbassare i costi energetici della nostra casa, sia elettrici che termici, possiamo adottare varie soluzioni, tutte contribuiranno a raggiungere il nostro scopo, ma con risultati e costi di acquisto diversi. Ora cercherò di illustrarveli.

Quando si pensa alla casa con bollette sia termiche che elettriche quasi vicino allo Zero, la prima cosa che ci viene in mente è quella di realizzare un impianto fotovoltaico e questo va bene!

Poi, in seconda battuta, si pensa di sostituire la vecchia caldaia con una più efficiente pompa di calore adatta al nostro impianto già esistente, magari aiutata da un solare termico e da un serbatoio di accumulo termico. Ed anche questo va bene! In terza battuta si pensa a come riuscire a sfruttare tutta l’energia che produciamo con il nostro impianto fotovoltaico e qui occorre un buon sistema di accumulo elettrico, ed anche questo va bene al fine di creare un giusto mix di tecnologie che ci faccia raggiungere lo scopo di una casa con il massimo risparmio energetico, ovvero la casa a costo zero.

casa risparmio energetico con ottimizzatore

Nella figura sopra potete notare un esempio di tutte le tecnologie di cui vi ho appena parlato, inserite in una abitazione. Questa è la soluzione più performante, ma anche la più costosa da realizzare per massimizzare il risparmio energetico della vostra casa. Lo scopo di questo mio Intervento non è quello di mettere in cattiva luce, o parlar male dei prodotti più performanti e costosi, me ne guarderei bene visto che li stiamo proponendo e installando da anni.

Ora viste le innumerevoli richieste ed il tanto interesse per la realizzazione di questo progetto, abbiamo ritenuto opportuno affiancarlo con una soluzione più snella, meno onerosa ed alla portata di una più vasta clientela , inserendo delle varianti tecnologiche che lo rendono meno costoso nella sua realizzazione, come andremo ad illustrarvi di seguito.

Analisi dei componenti principali

Ora andremo a vedere quali componenti possiamo sostituire per abbassare i costi di acquisto di tutto l’impianto, mantenendo nel contempo una validità strutturale del progetto, che dovrà essere comunque più conveniente (come costi di esercizio) di un sistema analogo alimentato da fonti fossili.

Il fotovoltaico ed il solare termico sono due elementi a cui non possiamo rinunciare in quanto tutta l’energia di cui abbiamo bisogno la dobbiamo prelevare da loro, al limite possiamo solo "sottodimensionarli" in base alle nostre possibilità economiche.

Prendiamo ora in esame la pompa di calore ed il sistema di accumulo elettrico. Questi due elementi da soli incidono per circa il 60% del costo totale dell’impianto. E' qui che bisogna trovare delle alternative più economiche. Vediamo quali.

Cella Ionica

Un sistema efficiente capace di convertire l’energia elettrica in termica, oltre alla pompa di calore, lo possiamo trovare nella Cella Ionica, che ha un buon coefficiente di conversione (C.O.P.) che varia da 1.6 a 2.4 a seconda dell’impianto. Non è certo paragonabile al C.O.P. delle pompe di calore, che può arrivare a 4.2, ma ha dei costi d’acquisto infinitamente più bassi.

Per quanto concerne invece il sistema di accumulo elettrico, di paragonabile come prestazioni non cè nulla, ma possiamo consumare l’energia elettrica quando è disponibile in surplus, cioè quella quota parte che andrebbe “venduta alla rete”, tramite dei dispositivi elettronici che attivano degli utilizzi dedicati. Quindi un utilizzo intelligente dell’energia elettrica.

Potremmo per esempio attivare la Cella Ionica e creare un accumulo termico, da utilizzare in seconda battuta sia per il sanitario che per il riscaldamento. In questo modo abbiamo simulato le funzioni della Pompa di calore abbinata al sistema di accumulo elettrico, ma con costi di acquisto nettamente inferiori.

risparmio energetico casa con cella ionica e pad

Nello schema sopra abbiamo riportato un esempio di utilizzo di queste (per Noi) nuove tecnologie da inserire al posto di una caldaia a metano.

cella ionica Qui di fianco vediamo come si presente la Cella Ionica, che ha le dimensioni di una bottiglia di acqua minerale da 1.5 lt. Questo dispositivo riesce a portare il liquido che lo attraversa fino a 70 C° istantaneamente, ma a seconda di come è impostato anche a temperature più basse adatte quindi per impianti radianti sottopavimento. La particolarità di questo prodotto è la sua assoluta silenziosità, la sua totale affidabilità (è praticamente indistruttibile), la sua alta efficienza nel trasformare energia elettrica in calore. Al suo interno non ci sono né resistenze elettriche, ne parti in movimento.

PAD

pad casa risparmio energeticoQui di fianco vediamo il secondo dispositivo, il PAD (photovoltaic automatic dimmer), un prodotto che ci permetterà di sfruttare in maniera intelligente l’energia prodotta dal fotovoltaico, permettendoci di ottimizzare il risparmio energetico della nostra casa.

L’abbinamento di questi due prodotti, come illustrato nello schema sopra, ci permetterà di realizzare un sistema di riscaldamento ad alta efficienza senza spendere grosse cifre, come nel caso dell'installazione di pompe di calore e di sistemi di accumulo a batterie.

Sotto illustriamo altri modi di impiegare queste tecnologie per abbassare i costi gestionali domestici , integrandole con una caldaia a metano.

casa a risparmio energetico integrazione caldaia a metano
integrazione cella ionica e pad su pompa di calore

Sopra vediamo la Cella Ionica inserita al posto della caldaia a metano, e per la produzione di acqua sanitaria viene usata una pompa di calore aria acqua con accumulo da 300 lt.

I due dispositivi vengono gestiti dal PAD che li farà prevalentemente lavorare quando il fotovoltaico produrrà la massima energia.

Questi esempi che abbiamo esposto sono tutti interventi che si possono effettuare su impianti esistenti che adottano centrali termiche a gasolio, GPL, metano, legna, ecc. In pratica si andranno a sostituire ad essi, oppure ne andranno in aiuto.

Naturalmente sono tutti interventi che vanno prima progettati e dimensionati in base alle varie esigenze termiche che ogni volta possono presentarsi . Di Celle Ioniche per esempio, ne sono disponibili di 5 potenze diverse, sia monofase che trifase, volendo si possono accoppiare in parallelo formando delle potenze multiple, quindi in teoria possiamo dimensionare la potenza della centrale termica da un minimo di 5 Kw a 100 Kw termici ed oltre.

Quindi riassumendo, lo scopo di questo nostro intervento era quello di proporre alternative alle pompe di calore aria-acqua, con costi di realizzo molto più abbordabili e nel contempo avere a disposizione una tecnologia elettrica che ci consenta di sfruttare le potenzialità del nostro impianto fotovoltaico, massimizzando il risparmio energetico della nostra casa.

Teniamo presente comunque le agevolazioni fiscali in essere, sulle pompe di calore c'è uno sgravio fiscale del 65% dal costo di acquisto, mentre sulle Celle Ioniche No! In quanto il C.O.P. non rientra nei parametri minimi fissati dalla Legge.

casa a risparmio energetico con pompa di calore rotex

Questo schema di impianto con pompa di calore e sistema di accumulo, sia termico che elettrico, rimane comunque il più performante , ma anche il più costoso da realizzare e quello che gode dei maggiori sgravi fiscali.

Relatore: P.Ind. Stefano Pignotti

S.T.E. dei F.lli Pignotti S.n.c.
Via De Amicis, 15
62012 Civitanova Marche (MC)
service@ste-pignotti.com
Tel. 0733-774941

S.T.E. F.lli Pignotti vende e installa i propri prodotti in tutte le provincie della regione Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro.
L'azienda ha sede a Civitanova Marche (MC) ed è specializzata nel settore della climatizzazione, pompe di calore ed energie rinnovabili.